L'abbuffata (Italia/Francia, 2007)

12:10 Marco 0 Comments

Altri titoli
-----

Durata: 102 min.
Colore: colore
Audio: sonoro
Genere: commedia
Regia: Mimmo Calopresti
Aiuto Regia: Berenice Vignoli
Soggetto: Mahmoud Iden, Mimmo Calopresti, Monica Zapelli
Sceneggiatura: Mimmo Calopresti, Monica Zapelli
Fotografia: Pasquale Mari
Scenografia: Alessandro Marrazzo
Montaggio: Raimondo Aiello
Musiche: Sergio Cammariere
Costumi: Carolina Olcese
Effetti Speciali: Bruno Albi Marini, Massimo Di Palma
Produzione: Luciano Martino (Dania Film), Mimmo e Beppe Calopresti (Cooperativa Gagè), Luciano Sovena (Istituto Luce), RAI Cinema
Distribuzione: Luce Cinema
Cast: Diego Abatantuono (Neri), Valeria Bruni Tedeschi (Amelie), Gérard Depardieu (se stesso), Nino Frassica (il professore d'inglese), Donatella Finocchiaro (Enza), Mimmo Calopresti (Francesco), Paolo Briguglia (Gabriele), Nathalie Rapti Gomez (Dana), Rocco Castel (Marcello), Lorenzo Di Ciaccia (Marco), Elena Bouryka (Elena), Michele Raso, Lele Nucera (Nicola), Max Mazzotta (Don Dario), Silvana De Santis (la zia di Gabriele), Eugenio Masciari (Nonno Gabriele), Yari Gugliucci (attore), Flavia Vento (la sposa), Giovanna Cau (l'agente di Francesco), Francesco Bruni (il regista), Maurizio Puglisi (Padre Nicola), Steve Della Casa (il presentatore televisivo), Marina Viro (la madre di Gabriele), Palmino Raffo (il padre di Marco), Maria Gamberdella (la madre di Marco), Concetta Maiolino (la nonna di Nicola), Fabrizio Rondoni (il barista dell'hotel), Michele Raso (l'amico di Gabriele), Donato Martano (il ballerino), Pietro Delle Piane (il motociclista)

Premi e Riconoscimenti: ----------
Votazioni della Critica: Morandini (**½), Farinotti (?)
Incassi al botteghino: € 132.000

Location: Cittadella del Capo di Bonifati (CS), Diamante (CS), Scalea (CS)

Sinossi
Tre ragazzi calabresi, che sognano di sfondare nel mondo del cinema, decidono di realizzare un cortometraggio sulle storie del loro paese, Diamante. L'unico problema da risolvere è la mancanza dell'attore protagonista. Non avendo trovato in paese alcuna persona a cui poter affidare il ruolo, partono alla volta di Roma, luogo sacro del cinema, ma lì resteranno presto delusi dai numerosi rifiuti ricevuti, fino a quando un'avvenente attrice proporrà loro il suo fidanzato francese come attore. Quando sembra che tutto stia andando per il meglio ecco l'imprevisto, un tragico evento non gli permetterà di girare la pellicola.

Critica
« Uno degli spunti più abusati del cinema riesce a trasformarsi in un estroso balletto sulla nostalgia delle radici. Del resto Mimmo Calopresti sa benissimo che il sogno di «fare un film» produce overdosi di velleitarismo; trapiantando, così, insieme a Monica Zapelli «L'invito» di Mahmoud Iden nelle natie atmosfere calabresi, sceglie di mantenere lo sguardo e il tono asciutti e lievi, con la macchina da presa sempre vicina ai personaggi. L'energia naif del gruppetto d'aspiranti cineasti cerca di forzare il «non-tempo» paesano, ma poi non può che intraprendere il fatidico pellegrinaggio felliniano... Il regista dimostra di sapere giostrare in un arco di sfumature, contrappunti e impressionismi morbido ed elastico: la sua solidarietà con i ragazzi suggerisce contrappunti che rendono l'esile commedia insolita e affabile ».
Valerio Caprara, il Mattino 17/11/2007 ©

Gossip
La star cinematografica francese Gerarde Depardieu appena atterrato con un jet privato nel piccolo scalo aeromobile di Scalea per girare il film pare non abbia resistito a tuffarsi in acqua insieme al regista Calopresti, nonostante le riprese avvenissero in piena stagione invernale (novembre).

Galleria Fotografica

0 commenti: