I pagliacci (Italia, 1942)

12:42 Marco 0 Comments

Altri titoli
Tragique destin (Belgio, Francia)
Bajazzo (Germania)
Laugh Pagliacci (Usa)

Durata: 72 min.
Colore: b/n
Audio: sonoro
Genere: drammatico
Regia: Giuseppe Fatigati
Aiuto Regia: Eriprando Visconti, Sauro Scavolini
Soggetto: Harald Bratt, ispirato all'opera lirica di Ruggero Leoncavallo
Sceneggiatura: Harald Bratt, Cesare Giulio Viola
Fotografia: Fritz Arno Wagner
Scenografia: Hans Kuhnert
Montaggio: Jolanda Benvenuti
Musiche: musiche di Ruggero Leoncavallo, Vincenzo Bellini, Luigi Ricci, Karl Millocker
Produzione: Itala Film
Distribuzione: I.C.I.
Cast: Beniamino Gigli (il tenore Morelli), Alida Valli (Giulia), Vera Julianelli Mazzotta (Giulia da bambina), Paul Horbiger (Canio), Carlo Romano (Ruggero Leoncavallo), Dagny Servaes (la contessa Valmondi), Karl Martell (il marchese Carlo Lanzoni), Gina Moneta Cinquini (Emilia), Tao Ferrari (Ruggero Leoncavallo da bambino), Angelo Ferrari (Silvio), Peter Voss, Franz Weber, Klaus Pohl, Loise Ralph, Adelio Zagonara, Mario Boviello, Leone Paci, Ernst Legal

Premi e Riconoscimenti: ----------
Votazioni della Critica: Morandini (*½), Farinotti (?)
Incassi al botteghino: £ ---------

Location: Montalto Uffugo (CS)

Sinossi
Un commediante da baraccone, condannato a venti anni di prigione a seguito di un delitto a sfondo passionale, racconta le sue sventure al maestro Ruggero Leoncavallo Scontata la pena, il suo solo desiderio è quello di ritrovare la figlia e farsi da lei perdonare.

Critica
« L'intreccio biografico romanzesco è abbastanza ingegnoso, ma la realizzazione è alquanto meccanica e convenzionale. Mediocre la interpretazione e suggestivo il commento musicale tratto dall'opera omonima ».
Segnalazioni Cinematografiche 1943 ©

« ...Tutto il peso del film è addossato al Leoncavallo musicista, prima ancora che al Leoncavallo attore. I brani più celebri dell'opera riecheggiano sulle belle vedute del paesaggio calabrese e la parte tenorile è affidata a Beniamino Gigli, con quale esito è facile immaginare. Alida Valli, dopo essersi mostrata in pieno rigoglio quale Nedda, dimenticando l'adulterio, ritorna fanciulla e si chiude in una malinconia un pò rigida ma castigata. Bene Paolo Horbiger ».
Raul Radice ©

Curiosità
La versione tedesca del film venne girata a Berlino sotto la regia di Leopold Haimisch; Monika Burg prese il posto di Alida Valli e Heinz Moog quello di Carlo Romano

Galleria Fotografica

Scena del film con Montalto sullo sfondo

Alida Valli (al centro) in Piazza Bianco a Montalto Uffugo
Alida Valli durante una pausa delle riprese a Montalto Uffugo

0 commenti: